DONATO GIANGIROLAMI

Lazio
Torna al catalogo espositori

Informazioni Aziendali

Scheda dell'azienda

L’Azienda fondata dal padre Dante con l’impianto del primo vigneto nel 1956 (tre ettari di moscato di terracina e due ettari di bellone), oggi condotta dal figlio Donato e nel tempo consolidata e trasformata nello stato attuale, si estende per circa 80 ettari, di cui 38 sono coltivati a vigneto e il resto a frutteto (kiwi).
Dal 1993 il metodo di coltivazione è quello dell’agricoltura biologica, dunque senza l’ausilio di prodotti chimici di sintesi, sia per i trattamenti che per la concimazione, nel rispetto del regolamento europeo. Viene inoltre attuato l’inerbimento controllato del suolo. Il vigneto si compone di tre corpi, due ricadenti nell’area dei castelli romani a Doc, uno ricadente nella zona a Doc di Cori, tutti sono iscritti all’albo dei vigneti I.G.T. Lazio.
A Borgo Montello (Le Ferriere), dove si trova anche la cantina di proprietà, sono coltivati i vitigni a bacca rossa, mentre a Doganella di ninfa, nella zona D.O.C. di cori, vengono coltivati quasi tutti quelli a bacca bianca ad eccezione del Montepulciano e del Nero Buono. Il sistema di allevamento è quello a spalliera con potatura tipo guyot o cordone speronato.  I vitigni coltivati sono Merlot, Cabernet Sauvignon, Syrah, Petit verdot, Montepulciano, Nero Buono di Cori, Sauvignon, malvasia Puntinata, Pignoletto, Falanghina, Grechetto di Orvieto, Chardonnay, Viognier.